Ci si innamora al Pincio? Certo che ci si innamora, più e più volte!!!
Ormoni che aleggiano nella polvere del ponte e svolazzano insieme ai pollini, il sole alto nel cielo riscalda anche in pieno inverno e ci fa scoprire un po’ di più.. come si fa a rimanere concentrati sui conetti?!? Succede che al Pincio torniamo un po’ tutti adolescenti, la testa parte con una facilità tale che senza rendertene conto ti ritrovi a ridacchiare con le amiche seduta sui muretti, alla stregua di un gruppo di tredicenni, e a lanciare occhiatine furtive in giro.

Come ci si innamora di un pattinatore?

Eccoli lì, i ragazzi del Pincio: ridono e scherzano con gli amici, pattinano benissimo, belli e sempre allegri, hanno sorrisi meravigliosi, pieni di vita… il sorriso di un pattinatore al Pincio è magico. I pattini son tutto ciò di cui hanno bisogno in quel momento, se poi c’è anche una birra e una buona compagnia, ancora meglio. Loro sì che sanno come divertirsi, e tu.. coma fai a non cascarci? A non perderci la testa? Quando ti innamori di un pattinatore è finita!!!

Perché diciamolo, questi skater hanno tutti i requisiti per farci prendere delle belle sbandate: “sono così… sfuggenti, sfrecciano così veloci su quelle rotelle; così… instabili, in fondo, si tengono in equilibrio su una ruota, magari girano pure; e poi… folli e imprevedibili, si buttano in quelle discese assurde.

Innamorarsi di un pattinatore è una bella sfida, a te che prima trascorrevi il sabato pomeriggio in giro per i negozi di via del Corso, ora ti tocca riporre le ballerine eleganti e le camicette nell’armadio, reperire un paio di pattini e imparare, perché anche se in realtà non ti interessa poi così tanto pattinare, stai sicura che lui vorrà portarti nel suo mondo di rotelle almeno una volta. Innamorarsi di un pattinatore significa essere sempre aggiornata sulle previsioni meteorologiche, perché sai che solo una pioggia dirompente gli impedirà di pattinare. Innamorarsi di un pattinatore significa letteralmente rincorrerlo per tutta Roma e andare sempre più veloce pur di acciuffarlo.

Non è facile, sapete, a volte hai l’impressione che vivano proprio su un altro pianeta: tocca fargli capire che un cuscinetto rotto appeso ad una catenella non è un regalo di anniversario, che un set di ruote non è come un mazzo di fiori e che la pattinata del mercoledì sera non si può considerare un’uscita romantica.

Tuttavia, innamorarsi al Pincio è sentire il cuore che pulsa più forte non appena arrivi alla rotonda al centro di via Washington, e affrontare quei pochi metri di viale alberato come se stessi pattinando sull’acqua: le ginocchia tremano, le caviglie cedono, per l’asfalto disconnesso o perche lui potrebbe già esser lì; il battito aumenta sempre di più man mano che ti avvicini al ponte e spingi più forte con le gambe perché hai l’impressione di non riuscire ad avanzare, come in un sogno. Innamorarsi di un pattinatore significa cercare i suoi pattini tra la folla il Mercoledì sera. Innamorarsi di un pattinatore significa non capire se il cuore ti sale su fino in gola perché stai affrontando una discesa, o perché lo stai facendo affianco a lui. Significa pattinare insieme per strada e pensare “lo seguirei anche in capo al mondo”. Ti innamori di un pattinatore diventi la sua fan numero uno: gli altri son bravi, sì, ma come pattina lui nessuno mai!! Significa condividere i successi e i fallimenti, imparare qualcosa di nuovo e non veder l’ora di mostrarlo a lui. Innamorarsi al Pincio significa escogitare modalità alternative per trascorrere un mercoledì sera piovoso. 😉

Il vero problema è che nessuno ti avverte di quanto sia difficile gestire una cotta quando sei in equilibrio su otto ruote, per cui state in guardia: pattinare quando si è innamorati è PERICOLOSISSIMO!!! Sei distratto e i riflessi ti si rallentano, non guardi dove metti i piedi, ti dimentichi di mangiare e svieni ovunque, rischi di perdere le chiavi di casa e lasciare le scarpe in giro. Molli tutto e vai lontano, con la testa e con le gambe: nessuno ti può fermare, quando sei innamorato e hai otto rotelle sotto i piedi.

Eh si, non è sempre facile.. però è meraviglioso. È una cotta semplice e fresca di vita, è l’emozione unica di pattinare insieme. Credo che tutti dovrebbero innamorarsi al Pincio almeno una volta: le sbucciature, le cadute, le delusioni.. innamorarsi al Pincio ne vale la pena!!! Non c’è livido o ferita che tenga, credetemi: darei tutte le mie ossa ancora intatte per poter rivivere quell’ emozione ancora una volta. Certo che ci si innamora al Pincio, tante volte e in maniera diversa, e l’unico consiglio che mi sento di dare è: buttatevi!!! Come in una discesa, o su una rampa, senza pensarci troppo su: si può cadere, questo sì, ma niente vi può dare la stessa emozione, perché perdersela per paura di farsi male?!?

Una ex, ma non troppo, principiante