Sicurezza stradale


La possibilità di fare, o farsi, del male mentre si pattina è fortemente ridotta se siete a conoscenza dei pericoli che la strada o il posto in cui state pattinando vi riserva.
E’ altresì vero che questi si conoscono bene solo dopo aver fatto molta esperienza, e noi vogliamo condividerne un pò della nostra. Quando pattinate, dovete sempre tenere occhi e orecchie ben aperte, e non lasciarvi sorprendere da nessun evento, come il cambio del terreno o il comportamento di una persona o cosa. Pertanto la prima regola da seguire è STARE ALLERTA!!!
L’altra cosa fondamentale, che la maggior parte dei principianti tralasciano, è FRENARE PRIMA che la situazione diventi rischiosa. Questo si impara solo con la pratica. Un’altra cosa veramente importante, che vi salverà nelle occasioni più rischiose, è sicuramente INDOSSARE LE PROTEZIONI.
Detto questo, vi ricordiamo che anche un pattinatore esperto cade 2-3 volte all’anno, e un principiante per definirsi tale cade 2-3 volte al giorno.
Eccovi invece qualche consiglio utile per tutte le situazioni in cui vi potreste trovare:
Superfici
– Cercate sempre il pavimento migliore dove pattinare, farà bene alle vostre gambe e alle vostre
ruote.
– State attenti ai cambiamenti di condizione del pavimento: pozzanghere, sabbia, brecciolino, olio, foglie e bastoncini sono sempre dietro l’angolo.
– Non pattinate su acqua, olio, fango o sabbia perchè i cuscinetti ne risentiranno e le ruote scivoleranno non permettendovi di curvare e dare la spinta.
– Sassi e bastoncini bloccheranno la rotazione delle ruote: state attenti!
– Buchette e rotture dell’asfalto possono essere un pericolo se non affrontate bene: i pattini in linea non ne risentono molto, comunque è sempre meglio abbassare la posizione.

Luoghi pubblici
– Andateci con cautela quando pattinate in luoghi affollati e non vi sentite sicuri.
– Imparate le basi prima di mettervi a pattinare in luoghi pubblici: frenate e curve sono importantissime, e un pò di slalom vi aiuterà nella pratica.
– Guardate a 360° e siate sempre coscienti dei movimenti della gente intorno a voi.
– Anche se andate dritti, buttate un occhio dietro di voi ogni 10 secondi: potrebbe arrivare una bicicletta sparata!
– Con biciclette o simili siate prevedibili e non fate movimenti bruschi o curve e non aprite braccia o gambe in modo spropositato.
– I pedoni in genere mantengono direzione e posizione: è quelli ”in genere” che vi deve preoccupare.
– I bambini non mantengono un bel niente: sono delle mine vaganti. Evitateli con tutte le vostre forze.
– I cani possono ignorarvi come corrervi dietro: cercate di non farvi notare da loro.

Strade
– E’ più pericoloso che pattinare in aree pedonali (ma dai?).
– Pattinare è proibito dalla legge (art 119 comma 8-9 del codice stradale di Roma).
– Possibilmente applicate dei catarifrangenti o delle luci da bici per essere più visibili.
– Il pattinatore è un pedone quando deve attraversare, ma un veicolo quando cammina per strada: date le recedenze appropriate.
– Ogni volta che incontrate una traversa, immaginate una macchina che la taglia a forte velocità.
– Ogni volta che pattinate a fianco di automobili, immaginate che qualcuno apra gli sportelli tagliandovi la strada.
– Quando attraversate un incrocio, pensate che potrebbero sbucare macchine da ogni dove, quindi OKKIO!
– Quando attraversate, sinceratevi prima che la strada sia in buone condizioni, e quindi eliminate la possibilità di cadere sulla strada durante l’attraversamento, e usate l’attenzione per le macchine che arrivano.

Alltri suggerimenti
– Anche l’abbigliamento è una protezione: scegliere calzoni che arrivano sotto il ginocchio serve per evitare antiestetiche abrasioni.
– Evitate discese o situazioni in cui non siete sicuri di sapervela cavare.
– Di notte, vestite in modo appropriato con dei colori facilmente riconoscibili al buio.
– Quando cadete, mai cadere verso la strada.
Detto questo, vi ricordiamo che l’esperienza vi segnerà questi consigli nel cervello, quindi è consigliabile aver fatto prima molta pratica in posti sicuri (parcheggi o ampi spazi vuoti) e poi passare alle strade o alle isole pedonali.

E adesso dimenticate questa pagina da maestrini!!!!!!!!

Related Post