Via Veneto


La discesa di Via Veneto (proprio dove si svolgeva la “dolce vita”) è una delle più belle di Roma perchè passa proprio per il centro storico; inoltre è anche bella lunga perchè dopo Piazza Barberini si unisce anche alla discesa di Via del Tritone.
Partendo dal Pincio si possono fare due strade: una “normale” che passa per Viale Washington (in salita), e un’altra (più gaggia) che passa per il parcheggio di Villa Borghese e poi tra negozi e scale mobili sotterranee: entrambe sbucano a Porta Pinciana, dove inizia la discesa.
Come si affronta? La prima parte, fino a ‘semaforo1’, scorre liscia e senza problemi, poi fate attenzione alla curva perchè questa strada è aperta al traffico: dopo il semaforo 2 invece il traffico è ridotto (se volete potete fermarvi alle scale, ma ripartite quando scatta il rosso al semaforo2, così non vi potrete ritrovare delle macchine dietro a voi).Prima dell’ingresso a piazza Barberini ci sono delle grate della metro: fate attenzione!!Esse vi costringeranno a prendere la curva molto alla larga, quindi poi dovrete riportarvi sulla destra; al semaforo4 in genere ci fermiamo ad aspettare quelli rimasti indietro, e ripartiamo col semaforo giallo (per il solito motivo).Da Piazza Barberini si può salire al Quirinale per farsi una bella discesa mozzafiato.Via del Tritone è tutta dritta, ricordatevi di investire i soliti tre-quattro passanti e l’appuntamento per i pattinatori sopravvissuti è sotto la Galleria Colonna, all’incrocio con Via del Corso.

Related Post