UN APPROCCIO SCIENTIFICO ALLA STYLE SLALOM
by Enrico Perano
Riportiamo di seguito la serie di definizioni e teoremi che hanno ispirato la nascita dello style slalom moderno, diciamo dal 1996 in poi, redatti dall’immancabile studioso di slalom Enrico Perano. Da essi trovano fondamento le basi per creare slalom personali e figure di complessità sempre crescente. Buona lettura!!!

FIGURA:
insieme di evoluzioni compiute con i pattini ai piedi nel percorrere una fila di birilli secondo una direzione predefinita, rispettando la condizione (fondamentale) di attraversare ogni coppia di birilli consecutivi almeno una volta con uno o entrambi i pattini

FIGURA ELEMENTARE: figura non ulteriormente scomponibile in figure più semplici

FIGURA ELEMENTARE FONDAMENTALE: una tra le figure elementari universalmente riconosciute
ES1: sono figure elementari fondamentali l’incrocio semplice avanti o indietro, la papera semplice o incrociata (tergicristallo), gamba sola avanti o indietro, e così via.

FIGURA COMPOSTA: figura costituita da due o più figure elementari connesse tra loro
ES2: sono figure composte gli incroci avanti e indietro doppi, il passo di Mabrouk, e tutte le miscellanee di figure elementari che possono venire in mente

FIGURA PERIODICA: figura composta, il cui andamento si ripete identico ogni n bicchieri (con n maggiore o uguale a 2).
Il minimo n per cui si verifica tale condizione viene detto periodo della figura.
ES3: il passo di Mabrouk è una figura periodica con periodo 4
ES4: ogni figura elementare si può considerare con periodo 1, ma secondo la definizione data sopra non può essere considerata periodica
ES5: i due fiori di Alà costituiscono una funzione periodica con periodo 5
ES6: ogni figura composta non periodica eseguita su n birilli può diventare periodica con periodo n (se si ripete identicamente ogni n birilli)

SWITCH (cambio) : passaggio tra due figure diverse
NOTA1: il cambio tra due figure può avvenire in più modi per cui si possono avere più switch tra due stesse figure. In particolare lo switch utilizzato per passare da una figura A a un’altra figura B è in generale diverso da quello con cui si ritorna da B ad A.

FIGURA OPPOSTA (o SWITCHSTANCE): date due figure A e B, diciamo che B è l’opposta di A se si ottiene eseguendo A nella direzione opposta, ovvero quella non abituale
ES7: sono figure opposte il passo di Alà eseguito da DX a SX e viceversa, gamba SX avanti con gamba DX sospesa (risp.: indietro) e gamba DX avanti con gamba SX sospesa (risp.:indietro), ecc.

FIGURA SIMMETRICA: una figura è simmetrica quando si può considerare composta da due figure più semplici, di cui una è l’opposta dell’altra
ES8: sono figure simmetriche gli incroci avanti e indietro doppi, i due fiori di Ala avanti e indietro, e così via
NOTA2: una figura simmetrica coincide sempre con la sua opposta

FIGURA INVERSA: date due figure A e B, diciamo che B è l’inversa di A se si ottiene invertendo i movimenti dei pattini compiuti nell’eseguire A.
ES9: le camminate avanti e indietro sono una l’inversa dell’altra, così pure gli incroci semplici o doppi avanti e indietro, oppure sola gamba sinistra avanti e sola gamba sinistra indietro, ecc.
NOTA3: Se registrate l’esecuzione di una figura con la telecamera, facendo scorrere indietro il nastro vedrete la figura inversa

FIGURA ANTIMETRICA: quando si può considerare composta da due figure più semplici, una l’inversa dell’altra
ES10: i quattro fiori di alà, il passo di Mabrouk,
NOTA4: una figura antimetrica coincide con la sua inversa
NOTA5: una figura ne simmetrica ne antimetrica può essere completata tramite uno switch con la sua opposta ottenendo così una figura composta simmetrica alla quale, a sua volta, con un altro switch si può aggiungere la figura inversa. Il risultato finale è una figura simmetrica e antimetrica, detta prolungamento della figura originaria. Ad esempio il prolungamento del passo di Alà incrociato è rappresentato dai quattro fiori di Alà.

DISCONTINUITA’:
si ha una discontinuità tra due birilli quando nell’attraversarli si solleva bruscamente uno, oppure, sequenzialmente, entrambi i pattini. In base al numero di discontinuità una figura può essere:
– CONTINUA: quando non presenta alcuna discontinuità nell’attraversare tutte le coppie di birilli
– CONTINUA A TRATTI: quando le discontinuità che contiene sono isolate, ovvero non sono presenti nell’attraversare una sequenza consecutiva di più coppie di birilli, ma tutt’al più negli switch tra figure elementari componenti
– DISCONTINUA: quando tutti gli attraversamenti delle coppie di birilli della fila avvengono con discontinuità
-MISTA: se si attraversano alcune sequenze di coppie consecutive di birilli in modo discontinuo
ES11: tipiche figure discontinue sono i tip-tap laterali semplici e incrociati, o eseguiti con una gamba sola.
ES12: La figura “gamba DX (risp.SX) indietro alternata con tip-tap solo su gamba DX (risp.SX) ” è un esempio di figura mista.
ES13: Gli incroci semplici, doppi, i passi di Alà, Mabrouk,… sono esempi di figure continue. Anche le camminate si intendono continue

Related Post

Vocabolario tecnico

Related Post